Think of this as a Window

MUT — 1

25 settembre, 2017 – 23 febbraio, 2018

Think of this as a Window è la prima mostra di MUT che inaugura simbolicamente con una selezione curata di opere dalla collezione del CEO di Mutina, Massimo Orsini. Il titolo – tratto dall’omonima opera di Cerith Wyn Evans – diviene punto di partenza di un’esposizione in cui la finestra non è solo uno spazio infinito aperto ai nostri occhi e alle nostre domande, ma anche un percorso attraverso il tempo.

L’esposizione si sviluppa in tre sale, come transitori capitoli di un viaggio immaginario in tre generi fondamentali della tradizione storico artistica: il ritratto, il processo ed il paesaggio. In questo percorso i lavori di venti
tra i maggiori protagonisti dell’arte contemporanea rivelano i diversi approcci al tempo: definito, eterno, simbolico, astratto, fluido, controllato, primordiale o specifico. Il tema non è tanto soggetto della mostra quanto attivatore reazioni e connessioni.

Nella prima sala, il ritratto non appare come mera riproduzione di fattezze umane ma come raffigurazione di psicologie, codici e implicazioni. Tra queste, le date di On Kawara, austeri e concettuali dipinti, sono immagini combinate del suo esistere ed essere. Esse dialogano con gli autoritratti di Felix Gonzalez-Torres, in cui sono i luoghi e gli eventi già processati dalla sua memoria a tracciare l’immagine di sé.

La sala dedicata al processo, invece, è focalizzata su artisti come Fischli/Weiss o Sherrie Levine, che indagano i limiti e le definizioni di opera d’arte, compiendo riflessioni concettuali sui sistemi e le gerarchie alla base della creazione artistica.

La terza sala, infine, guarda al paesaggio da Hiroshi Sugimoto a Wolfgang Tillmanns interpretandolo come espressione di una realtà che non necessariamente si rappresenta fisicamente ma che si confronta con lo spazio esistenziale e quello dei desideri.

Think of this as a Window è una mostra in cui il tempo interagisce con la parola scritta, la forma, la materia, la luce, il colore e molto altro: esso rappresenta un bagaglio strutturale che rivela sia la continuità storica dei linguaggi contemporanei che la complessa ricchezza delle loro riflessioni attuali.

Catalogo della mostra pubblicato da Mutina for Art.

Curata da

Sarah Cosulich

Artisti

Etel Adnan, Vincenzo Agnetti, Giorgio Andreotta Calò, Tacita Dean, Fischli/Weiss, Ceal Floyer, Francesco Gennari, Felix Gonzalez-Torres, On Kawara, Renato Leotta, Sherrie Levine, Marisa Merz, Cindy Sherman, Ettore Spalletti, Hiroshi Sugimoto, Wolfgang Tillmans, Goran Trbuljak, Franco Vimercati, Franz Erhard Walther, Cerith Wyn Evans.

Materiali stampa

Informazioni

Per ulteriori informazioni o per prenotare una visita, contatta Mutina for Art alla mail [email protected] o chiama il +39.0536.812800.

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta in alcun modo senza previa autorizzazione scritta da Mutina for Art. L’intero progetto è protetto da copyright© dei rispettivi proprietari. Unisciti alla conversazione con Mutina su Twitter (@mutinaceramics), Facebook (@Mutina), Instagram (@mutinaceramics) con gli hashtag #mutinaceramics #mutinaforart #mut

Iscriviti alla nostra newsletter